Progetto

Il progetto “Cellarium” si pone come obiettivo generale quello di recuperare, valorizzare e promuovere la cultura del “paesaggio vitivinicolo” dei Comuni dell’area GAL Bradanica, rappresentato dalle cantine e da prodotti e servizi collegati. In particolare gli obiettivi specifici sono:

  • la valorizzazione delle risorse locali legate, in modo diretto ed indiretto, alla vitivinicoltura ed alla cultura del paesaggio vitivinicolo quale leva per lo sviluppo endogeno del territorio;
  • la valorizzazione delle peculiarità del territorio e dei vini di qualità, quale integrazione volta alla riconoscibilità del vino con i luoghi di produzione, attraverso azioni di marketing e promozione per la visibilità del prodotto – territorio;
  • la diffusione del concetto di territorio vinicolo quale strumento di comunicazione, promozione e valorizzazione del turismo rurale e dell’esperienza;
  • l’identificazione e la condivisione di buone prassi per la tutela e la salvaguardia delle cantine, come fonte di economia, cultura, tradizioni oltre che l’individuazione di forme di fruizione per uno sviluppo turistico sostenibile, quale valore aggiunto;
  • l’integrazione settoriale tra vino, territorio, produzioni tipiche ed artigianali di qualità e servizi connessi.

Il progetto si pone la finalità di guidare gli Enti Pubblici locali e gli operatori privati verso una politica comune di rispetto ed armonizzazione del contesto paesaggistico rappresentato dalle cantine, al fine di determinare ricadute dirette per la valorizzazione, riconoscibilità dei vini di qualità e dei territori di produzione, quale volano allo sviluppo turistico sostenibile.

Il tutto vuole rappresentare una strategia generale volta a promuovere, attraverso azioni comuni, un modo nuovo di rapportarsi del mondo produttivo rurale con il paesaggio, che va oltre la mera visione produttiva aziendale, nella direzione di volere diffondere una nuova immagine attraverso un percorso che è quello della ricerca della qualità paesaggistica dei luoghi di produzione, le cantine, per il riconoscimento all’esterno di due indissolubili elementi: vino e paesaggio del vino, che diventano volano della promozione, della valorizzazione e dello sviluppo.

Con il presente progetto si intende inoltre promuovere azioni finalizzate al riconoscimento, da parte degli operatori dell’area del GAL Bradanica, di una serie di valori culturali di grandissimo rilievo, legati sia alla dimensione aziendale del settore, ma anche e soprattutto ad un insieme di aspetti riconducibili alle tecniche di coltivazione, all’artigianato tipico, alle tecniche architettoniche e costruttive dei manufatti produttivi (cantine), alle produzioni agroalimentari (tradizionali e non), alle forme di controllo e di gestione ambientale e del paesaggio. L’idea è di definire uno strumento pilota per un processo di trasformazione in cui il territorio e i luoghi di produzione, le cantine, sono tutelati e salvaguardati in rapporto al “vino” come economia, cultura e tradizioni.